Il futuro di Romagnoli è a un bivio: rinnovo o cessione?

Milan futuro Romagnoli – Nelle ultime settimane il centrale, anche a causa di problemi fisici, non è più una pedina fondamentale per mister Pioli.

Milan futuro Romagnoli: finale di stagione decisivo

Il capitano dei rossoneri ha il contratto in scadenza a giugno 2022 e non si è ancora sbloccata la situazione rinnovo. I motivi della situazione di stallo sono molteplici, come ad esempio le grandi prestazioni di Fikayo Tomori e Simon Kjaer. Il centrale ex Chelsea, qualora dovesse essere riscattato, avrebbe la certezza del posto da titolare; invece per il danese l’unico problema sono i costanti guai fisici, ma quando è al pieno della condizione per Pioli è inamovibile.

MALDINI VUOLE RISCATTARE IL CALCIATORE

Dunque Alessio Romagnoli non è più una certezza di questo Milan ed è per questo che il suo futuro non è ancora chiaro. Il suo ingaggio è di 3,5 milioni annui e Raiola per un eventuale rinnovo chiederebbe un aumento; la dirigenza meneghina potrebbe decidere a quel punto di lasciarlo partire. Sarà fondamentale il finale di stagione dove il numero 13 dovrà dimostrare all’allenatore di poter essere ancora all’altezza di vestire la maglia del Milan.

 NUOVO NOME PER L’ATTACCO ROSSONERO

Intanto domani, come riportato dal Corriere dello Sport, il centrale tornerà ad allenarsi a Milanello e quindi sarà a disposizione di Pioli nel prossimo match dopo la sosta. Il campo e i prossimi colloqui tra società e calciatore saranno decisivi per l’avvenire del capitano del Diavolo.