Milan, Castillejo durissimo: “Mangiata tanta merda, ma ora…”

Milan Castillejo bilanco stagione – Samu Castillejo è sicuramente uno dei calciatori protagonisti della rinascita del Milan che con l’approdo di Ibrahimovic sembra letteralmente rinato. L’attaccante oggi si è concesso a due interviste, ai microfoni di Sky Sport è stato molto diretto circa questa stagione:

Milan Castillejo bilanco stagione


CALCIOMERCATO MILAN: ECCO IL NUOVO NOME CLICCA QUI


Milan Castillejo bilanco stagione

“Dobbiamo andare piano perché abbiamo mangiato la merda negli ultimi mesi. Adesso stiamo giocando le nostre migliori partite, ci sarà una partita molto importante venerdì, poi martedì la coppa. Abbiamo capito che correndo l’uno per l’altro è più facile vincere e ci stiamo riuscendo. Dobbiamo aiutarci”.

Castillejo su Ibrahimovic

Lo spagnolo ai microfoni di MilanTv si è poi soffermato su tante tematiche, dal fatto di essere un tifoso rossonero sin da piccolo fino a Zaltan Ibrahimovic

“È la prima volta che faccio tre partite di seguito, quindi penso che sia il mio miglior momento, soprattutto per il momento della squadra. Domenica abbiamo fatto la terza vittoria consecutiva, all’ultimo minuto, davanti i nostri tifosi, che bello. Quando sono venuto qui a 12 anni, tutto quello mi è rimasto dentro di me e sono ancora più tifoso di quello che ero prima. Quando è uscita la possibilità di venire qui non ci ho pensato nemmeno un secondo. Ora sto vivendo un momento molto bello: quando sono uscito e lo stadio si è alzato in piedi, mi ha applaudito, è una delle cose più belle da quando sto a Milano”.

“Zlatan ha 38 anni e ieri quando abbiamo fatto il lavoro di recupero era il primo, correva per primo. E’ il primo che arriva Milanello. Se Ibrahimovic, a 38 anni, che ha fatto tutto in carriera, fa queste cose, tu che ti chiami Samu Castillejo che fai, non lo fai? Per forza. E’ un giocatore molto esigente in campo, se sbagli passaggio te lo dice, se stai giocando male te lo dice, ti tira fuori tutto quello che hai perché è un campione. Ha la mentalità da leader: non solo cerca di fare gol e le sue cose, cerca che vinca la squadra. Lui è un giocatore fatto così”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.