Galliani rivela: “Potevo portare Del Piero e Cristiano Ronaldo al Milan”

Del Piero e Cristiano Ronaldo al Milan, i due fuoriclasse sono stati clamorosamente vicini ai rossoneri negli anni scorsi. A rivelarlo è stato l’amministratore delegato dell’epoca, Adriano Galliani. L’attuale dirigente del Monza si è infatti lasciato andare ad alcune confessioni durante un’intervista a Sky Sport.

Del Piero e Cristiano Ronaldo al Milan: la rivelazione di Galliani

“Rimpianti? Provammo a prendere anche Del Piero prima che andasse alla Juventus ed è uno dei due giocatori che rimpiango di più. Il Padova ce lo offrì ma voleva 5 miliardi, una cifra importantissima per un ragazzo così giovane e non me la sentii. Discorso analogo vale per Cristiano Ronaldo: aveva 16 anni, il Milan era al top e lo Sporting Lisbona ci chiese qualcosa come 16 o 17 miliardi”. 

“Anche Totti è stato corteggiato da noi per tanto tempo, lui però non ha mai voluto lasciare la Roma. Doveva arrivare Tevez, ma poi non è mai arrivato. Roberto Baggio l’avevamo preso già cinque anni prima di quello che fu il suo approdo al Milan”.


Galliani sul Milan
Foto forzaroma.info

Galliani su Ibrahimovic

“Noi Ibra lo cercammo già quando era all’Ajax, allora però segnava poco. Nel 2006 trovano un accordo con lui, ma il Milan però si trovò a fare i conti con Calciopoli e quindi tutto saltò. Lo cedetti nel 2012 e non mi parlò per diverso tempo, questa anche perché gli avevo promesso che mai l’avrei venduto. Era tutto legato a motivi di bilancio, per lo stesso motivo dovemmo rinunciare anche a Thiago Silva”.

2 thoughts on “Galliani rivela: “Potevo portare Del Piero e Cristiano Ronaldo al Milan”

  1. May I simply just say what a comfort to uncover a person that truly knows what they’re discussing online.

    You actually know how to bring a problem to light and
    make it important. More people really need to read this and understand this side of
    your story. I was surprised you’re not more popular given that you surely have the gift.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.