Coronavirus, ecco il piano per la “Fase 2” in Italia

Coronavirus Fase 2 Italia – Continua in Italia la lotta al coronavirus tra il lockdown totale ed i problemi economici che preoccupano sempre più. L’allarme ormai da tempo non è più solo di natura sanitaria ma anche economica. In quest’ottica si inizia a parlare con maggiore insistenza sia dall’Iss che dal Governo di “Fase 2”.

Coronavirus Fase 2 Italia

La quarantena al momento è prevista sino al 3 maggio e secondo più fonti non sarà prolungata. Questo chiaramente non significa che il 4 maggio torneremo alla normalità, ma che saranno adottato misure specifiche sia per i cittadini che per il lavoro. Come confermato dal presidente dell’Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro, non arriveremo al tanto sperato contagio zero. Queste le sue parole: “Ci sono 160mila persone positive a tamponi e le persone con sintomi si stanno riducendo con la curva in fase decrescente a livello nazionale. C’è una forte reattività nel segnalare e intervenire precocemente sui nuovi focolai. I dati sull’epidemia di nuovo coronavirus in Italia raccontano la “storia di un Paese con livelli di circolazione diversi” a seconda delle regioni”. 

L’obiettivo è quello di convivere con il virus raggiungendo il livello di contagiosità R sotto 1. La riapertura dell’Italia andrà fatta con grande scrupolosità ed attenzione per non ricadere nell’emergenza. In quest’ottica sarà fondamentale rivedere le nostre abitudini sociali e lavorative.

Restrizioni nella Fase 2

L’epidemiologo, Giovanni Rezza, ha aggiunto: Nella fase 2 sarà importante rafforzare soprattutto il controllo del territorio con l’identificazione rapida dei focolai, test, rintraccio e isolamento dei contatti e azioni di contenimento ed eventuale creazione di zone rosse, è il suo l’invito. Le “zone rosse torneranno ad essere una delle misure importanti quando non ci sarà piu il lockdown del Paese”.

App per il tracciamento

Altro discorso molto importante è quello relativo alla famosa App per il tracciamento dei cittadini. Il commissario dell’emergenza Arcuri ha annunciato come sia stato dato il via libera per completare l’applicazione. Un’ordinanza che permetterà ai cittadini di scaricare gratuitamente l’app che servirà a tracciare gli spostamenti ma anche questioni sanitarie. Al momento, però, sembra chiaro che non ci saranno obblighi. L’app inoltre grazie al bluetooth permetterà di capire con chi saremo stati in contatto in caso di contagio.

Test anticorpi coronavirus

Infine, la Roche ha annunciato di aver messo a punto un test sierologico per individuare la presenza di anticorpi contro il coronavirus nei pazienti esposti al Covid-19. Una notizia importante in quanto la casa farmaceutica svizzera ha annunciato che il test sarà disponibile per l’Ue già nei primi giorni di maggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.