Pioli in conferenza stampa: “Siamo cresciuti tutti in consapevolezza”

Conferenza Pioli Milan-Cagliari: l’allenatore dei rossoneri ha risposto ad alcune domande, in vista della seconda giornata di campionato, da giocare in casa contro il Cagliari.

Conferenza Pioli Milan-Cagliari: “Vogliamo essere protagonisti”

Come è cambiato il Milan e come è cambiato l’approccio degli avversari ai rossoneri: “Credo che siamo cresciuti tutti quanti in consapevolezza. Abbiamo ben presente le nostre caratteristiche, la cosa importante è che la squadra entri in campo con le idee chiare e che non si faccia condizionare dai momenti, dalle difficoltà. Queste ci saranno, anche domani contro il Cagliari, l’importante è avere compattezza e continuità nelle idee. Dobbiamo mantenere questo entusiasmo. Dobbiamo essere così, fluidi, ci dobbiamo emozionare. Farlo noi stessi e trasmetterlo ai tifosi. Poi quello che è il riscontro degli avversari sulla nostra forza non lo so, sicuramente siamo cresciuti. L’anno scorso potevamo essere la sorpresa, adesso dobbiamo confermarci.

LE ULTIME SUL MERCATO DI MILAN

Su Brahim Diaz e Tonali: “Brahim è sicuramente più pronto rispetto all’anno scorso, come è normale che sia per un giocatore che arriva da una realtà differente. Con lui come per altri. Quest’anno sono tutti più pronti, hanno grandi motivazioni e questa è la cosa più importante. Quello che ho detto per Brahim vale anche per Sandro. Volere a tutti i costi il Milan vuol dire far parte di un gruppo di lavoro che può farlo migliorare,  l’orgoglio di difendere i colori che indossi ogni giorno… sentiamo queste sensazioni e ci fanno piacere. Io mi aspettavo questa crescita perché ha tutto per diventare un ‘tuttocampista‘, ha passato momenti particolari ma il miglioramento è costante. Ora è un giocatore più lucido e che si assume più responsabilità.”

LE DATE DELLE PARTITE DEL GIRONE DI CHAMPIONS

Sulla Champions: “Noi dobbiamo essere pronti per la partita di domani. Abbiamo voluto con tanta forza raggiungere la Champions, sappiamo che è la competizione più importante. Faremo di tutti per essere competitivi e protagonisti in un girone molto difficile“.