Boateng su Ibrahimovic: “Criticava tutti ma ti faceva imparare tanto”

Boateng su Ibrahimovic, l’attaccante della Fiorentina in prestito al Besiktas ha raccontato ai microfoni di Sky Sport alcuni retroscena sullo svedese risalenti al periodo in cui militò nel Milan dal 2010 al 2012.


BUONE NOTIZIE SUL FRONTE STADIO: LE ULTIME


Boateng su Ibrahimovic

“Criticava tutti, se la palla non gli arrivava come voleva o se sbagliavi davanti alla porta… però ti faceva imparare tanto. El Shaarawy imparò a calciare da Ibra. Giocare con lui era più facile, perché aveva sempre due uomini addosso e c’erano più spazi. Ora il Milan deve tenerlo. Non avrà più i 90 minuti nelle gambe, ma la sua sola presenza in campo aiuta tantissimo e fa la differenza”.


Boateng su Ibrahimovic


Boateng sul Milan

“Berlusconi mi convinse quando mi chiamò. Siamo arrivati a casa sua, mi ha detto ‘Figlio mio, perché non torni?’ e io ho detto ‘Torno subito’. Lui mi vedeva come prima punta. Allegri poi mi disse ‘stai dietro’. Il mister mi aiutò molto quando arrivai: ero giovane e non sapevo ancora usare le mie armi”.


LE ULTIME SUL MERCATO DEL MILAN: CLICCA QUI


“Ranginck? Per me può aiutare tanto. Lui vede tanti dettagli, anche fuori dal campo. Vive veramente il calcio. Se impara l’italiano può essere molto importante. Sa come parlare con i giocatori e questa è la sua chiave”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.