Arteta e Hudson-Odoi positivi al Coronavirus: sospese Premier League e Ligue 1

Arteta e Hudson-Odoi positivi al Coronavirus, la Premier League registra i primi casi dopo che l’allenatore dell’Arsenal ed il giocatore del Chelsea si sono sottoposti ieri al test per il COVID-19. A rivelarlo sono stati gli stessi club londinesi tramite i comunicati stampa apparsi sui propri siti ufficiali. Intanto, giocatori, staff e dirigenti delle due società inglesi sono già in isolamento.


SERIE A, ANCHE GABBIADINI POSITIVO AL CORONAVIRUS


Arteta e Hudson-Odoi positivi al Coronavirus

“Il personale dell’Arsenal che ha recentemente avuto stretti contatti con Mikel ora si autoisolerà in linea con le linee guida sanitarie del governo. Ci aspettiamo che questo sia un numero significativo di persone provenienti da Colney, incluso l’intero personale della prima squadra ed il personale di coaching, nonché un numero minore di persone della nostra Hale End Academy che abbiamo anche temporaneamente chiuso per precauzione.

Ci aspettiamo che coloro che non hanno avuto stretti contatti con Mikel tornino al lavoro nei prossimi giorni. Nel frattempo i nostri centri di formazione di Colney e Hale End subiranno una pulizia profonda e le altre sedi dei nostri club funzioneranno normalmente.

È chiaro che non saremo in grado di giocare alcun incontro nelle date attualmente programmate. Aggiorneremo i tifosi che hanno i biglietti per le prossime partite con maggiori informazioni il prima possibile”.


“Callum Hudson-Odoi ha effettuato un test al Coronavirus ed è risultato positivo. Chi è stato recentemente in contatto con lui si auto-isolerà, in linea con le direttive del Governo. Inclusa l’intera prima squadra e lo staff tecnico.

Chi non ha avuto contatti con Callum potrà tornare al lavoro nei prossimi giorni. La struttura di allenamento della prima squadra, una delle tante del nostro centro d’allenamento, rimarrà chiusa. Il resto funzionerà normalmente.

Callum ha avuto i sintomi di un’influenza lunedì mattina e da quel momento non si è più allenato con la squadra, precauzionalmente. Nonostante sia risultato positivo, sta bene e non vede l’ora di tornare ad allenarsi il prima possibile. Gli auguriamo un pronto recupero”.

I messaggi di Arteta e Hudson-Odoi

Gli stessi protagonisti hanno voluto rilasciare una sua dichiarazione a margine della notizia della loro positività al Coronavirus: “Tutto questo è davvero spiacevole, ma ho fatto il test dopo essermi sentito male. Sarò al lavoro non appena mi sarà permesso”, ha dichiarato il tecnico spagnolo. Ecco, invece, il messaggio sui social del 19enne:

Anche Mendy e l’Everton in quarantena

Nel frattempo, l’Everton di Ancelotti ha optato per l’isolamento a seguito di un giocatore che ha manifestato sintomi riconducibili alla malattia. Anche il terzino del Manchester City Mendy si sarebbe messo in isolamento per via di un presunto caso di Coronavirus nella sua famiglia. A riferirlo è Independent.

Sospese anche la Ligue 1 e la Copa Libertadores

Sempre più competizioni in giro per il mondo sospendono le proprie attività per la pandemia in corso. Ieri sera è arrivata l’ufficialità della sospensione dei campionati calcistici da parte della Federcalcio francese. La Ligue 1 e la Ligue 2, indipendenti dalla FFF, hanno deciso in mattinata di sospendere il massimo campionato transalpino e la seconda divisione fino a nuovo ordine:

“Dopo l’annuncio del Presidente della Repubblica riguardo alla risposta all’emergenza da Covid-19, il board della LFP ha deciso all’unanimità di sospendere tutte le partite di Ligue 1 Conforama e Domino’s Ligue 2 fino a nuovo ordine. Come ha detto il Presidente, la salute collettiva deve essere il primo interesse. L’urgenza al momento è di contenere l’epidemia e proteggere i più vulnerabili”.

In Sud America, la Conmebol ha annunciato il rinvio delle partite di Copa Libertadores che avrebbero dovuto giocarsi tra il 15 e il 21 marzo. In precedenza, la FIFA aveva accettato la richiesta di rinviare due partite di qualificazione per i Mondiali del 2020 in Qatar a causa della pandemia.

AGGIORNAMENTO ORE 12:10

Alla fine, anche la Premier League ha detto stop. Con un comunicato congiunto, le leghe calcistiche inglesi hanno annunciato la sospensione fino al prossimo 3 aprile:

“Dopo un vertice che si è tenuto oggi, è stato deciso all’unanimità di sospendere la Premier League, con l’intenzione di tornare in campo il 4 aprile, a seconda della situazione medica e le condizioni in quel momento”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.