Zaccheroni su Inter-Milan: “Conte non può fallire nel derby, ai rossoneri non basta Ibra”

Alberto Zaccheroni su Inter-Milan, l’ex tecnico rossonero ha parlato del derby della Madonnina in un’intervista rilasciata ai microfoni di Tuttosport.

Zaccheroni su Inter-Milan

“È ancora presto, quindi non credo sia decisivo per nessuna delle due. Per gli obiettivi che ha l’Inter è chiaro che i nerazzurri sono quelli che si giocano di più. Con la Juventus che, pur non giocando sempre ai massimi livelli, riesce a fare risultato, è evidente che l’Inter non possa perdere punti e quindi Conte non può permettersi di fallire il derby. Per altro arrivano decisamente meglio alla partita, nonostante qualche assente, perché hanno una classifica gratificante e ambizioni maggiori”.


Zaccheroni sul Milan


“A differenza dell’Inter, il Milan ha finora ottenuto risultati oggettivamente peggiori e rispetto ai nerazzurri deve anche trovare una sua identità. Per gli obiettivi che ha, la squadra di Pioli ha comunque ancora tempo. Anche se bisognerebbe capire quali siano i reali obiettivi del Milan. A inizio stagione pensavo puntassero alla Champions, ma ora… Poi al Milan c’è un problema di fondo: tutti i giocatori sono sotto prestazione rispetto al loro rendimento storico: Conti, Kessie e Calhanoglu, per esempio, ma pure gli stessi Suso e Piatek che sono andati via. Credo che questo sia il vero problema da risolvere al Milan”.

Zaccheroni su Ibrahimovic

“Zlatan porta carisma e personalità, si accolla le responsabilità della squadra e i compagni sanno di avere così un punto di riferimento. Adesso da Donnarumma in su, qualunque calciatore rossonero alza la testa e cerca Ibra perché lui vuole la palla e sa cosa farci poi. Detto ciò, non penso che questo basti, che sia sufficiente per trasformare completamente una squadra”.


LE ULTIME SUL RECUPERO DI IBRAHIMOVIC


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.