Il Milan chiede chiarezza all’AIA: la UEFA difende i rossoneri

Uefa Milan rigore Juve – L’episodio del calcio di rigore concesso alla Juventus all’ultimo minuto nella sfida di Coppa Italia contro il Milan continua a far discutere. In questo caso non è il rigore in se, ma la difformità di giudizio visto che solo 24 ore prima al Napoli era stato negato un rigore per un episodio similare.

Uefa Milan rigore Juve

Uefa Milan rigore Juve: la polemica


LEGGI ANCHE LA CLAMOROSA SPIEGAZIONE DELL’AIA


Questo episodio ha riaperto duramente la polemica sull’utilizzo del VAR che doveva essere oggettivo, ma nell’ultimo anno sembra essere diventato estremamente soggettivo. Il Milan non ha fatto polemica e commenti nel post-gara, ma secondo Il Corriere dello Sport, avrebbe chiesto chiarimenti all’AIA.


ZULIANI ATTACCA IL MILAN: CLICCA QUI


Non soddisfatto dalle spiegazioni dei vertici AIA che hanno contraddetto quanto detto precedentemente su un anaolgo caso si farà sentire diversamente. I rossoneri, infatti, chiederanno alla LEGA maggiore uniformità di giudizio ed una chiarezza definitiva.


LEGGI ANCHE LE PAROLE DI BUFFON E LA POLEMICA IN CINA: IL VIDEO


A tal proposito, un assist importante per il Milan è arrivato direttamente dalla UEFA. Il vice presidente della UEFA, Michele Uva, ha parlato della grave difformità e disomogeneità nell’applicazione del protocollo. Il dirigente ha dichiarato: “Bisogna evolvere nel protocollo e non è semplice. In tutti i campionati si vede che c’è disomogeneità. Il protocollo va uniformato, ma il VAR è una novità epocale per il calcio, un grande aiuto per gli arbitri. La decisione finale però spetta sempre a loro, qualcosa può essere modificato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.