Tifoso ucciso a Potenza, arrestate 25 persone

Tifoso ucciso a Potenza, proseguono le indagini per la morte di Fabio Tucciariello avvenuta a Vaglio di Basilicata. Il supporter della Vultur Rionero – club militante nell’Eccellenza lucana – è stato investito da un’auto sulla quale viaggiavano alcuni tifosi del Melfi, acerrimi rivali della squadra sostenuta dalla vittima 39enne.

Tifoso ucciso a Potenza: 25 arresti

La polizia, che nel frattempo ha arrestato il 30enne che si trovava alla guida dell’auto, ha fermato anche ben 24 tifosi della Vultur Rionero. Le accuse, a parte quella di omicidio per il presunto responsabile dell’investimento di Tucciariello, sono di violenza privata e possesso di oggetti atti a offendere.


Tifoso ucciso a Potenza


Altri tre tifosi, infatti, sono rimasti feriti. Uno di loro è stato operato all’ospedale di Potenza e le sue condizioni sono molto gravi a causa delle fratture riportate a un braccio, a un avambraccio e a una gamba. Gli atri due, ricoverati in codice giallo, sono stati già dimessi.

La ricostruzione della polizia

Stando a quanto ricostruito dalle forze dell’ordine, le due tifoserie si sono scontrate sul percorso che li portava verso le rispettive partite di campionato. Un primo contatto ci sarebbe stato all’interno di un’area di servizio della strada statale Potenza-Melfi. L’investimento, invece, è avvenuto alcune decine di chilometri più avanti verso le 14, quando alcuni tifosi della Vultur che stavano viaggiando a bordo di due minibus erano fermi per strada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.