Shevchenko: “Allenare il Milan in futuro? Sarebbe un sogno”

Shevchenko a Che Tempo Che Fa, l’ex attaccante del Milan è stato intervistato da Fazio e ha rilasciato interessanti dichiarazioni in merito ai rossoneri.


Leggi anche >>> Le ultime dall’infermeria del Milan


Shevchenko a Che Tempo Che Fa

“Il Milan non è solo una squadra, ma una grande famiglia. Ho scritto ‘grande storia del calcio mondiale’, ma la cosa più importante sono le persone che lavorano dentro. Se un giorno allenerò il Milan? Vediamo, lo spero. Se diventerò allenatore verrò di nuovo come ospite (ride, ndr)”.

“Maldini è un grande capitano. Sono stato fortunato ad aver giocato con un grande campione come lui, Costacurta, Kakà, Pirlo, Gattuso. Tutte persone per bene. La prima volta che ho incontrato Maldini con le nazionali, ho detto ‘che mostro, non riesco a superarlo in velocità, è potentissimo’”.

Shevchenko sulla finale di Istanbul

“Mi svegliavo di notte, non potevo credere che sia successo una cosa così. Ancora oggi non ci credo. Nello sport, però, ci sono cose da accettare, non possiamo controllare tutto. Il rigore contro la Juve? Ancelotti voleva che calciassi per primo, io dissi di calciare per ultimo. Sentivo questa cosa, dopo è una storia. Mi è passata tutta la vita in quei 40-50 metri”.