Il semaforo di Milan-Benevento: vittoria da Champions per i rossoneri

Semaforo pagelle Milan-Benevento: la squadra di Pioli vince per 2-0 grazie ad una grande prestazione dei top e continua la sua corsa per la qualificazione alla prossima Champions League.

Semaforo pagelle Milan-Benevento

ROSSO

Samu Castillejo. Entra ad un quarto d’ora dalla fine ed anziché aiutare la squadra nelle ripartenze, il suo intento pare essere solo quello di cercare l’ammonizione. Prima con un pallone calciato lontano a gioco fermo (totalmente inutile) e poi con un fallo (altrettanto inutile) nella metà campo dei campani, riesce a convincere il direttore di gara a mostrargli il giallo. Lo spagnolo era diffidato e, dunque, salterà il match contro la Juventus; comportamento da rivedere in un momento così delicato della stagione. É già con la testa lontano da Milano.

GIALLO

Zlatan Ibrahimovic. Ritorna lo svedese e si vede, la squadra gioca in maniera diversa e riesce ad essere pericolosa grazie alla partecipazione del numero 11. Gioca molto spesso lontano dalla porta, aiutando molto i compagni, ma così facendo perde lucidità in zona gol. Si fa ipnotizzare da Montipò in più di un’occasione, ma fortunatamente i suoi errori non pesano ai fini del risultato. Per le ultime partite (soprattutto contro la Juventus) ci vorrà il miglior Ibra, soprattutto sotto porta, per far sì che i meneghini riescano a qualificarsi per la Champions. Il futuro del Milan è nelle sue mani, o meglio nei suoi piedi (vedere l’assist di tacco a Castillejo).

VERDE

Theo Hernandez. Il francese finalmente ritorna a fornire delle prestazioni da top player: corsa, ripiegamenti difensivi e istinto da bomber. Proprio quest’ultima caratteristica gli ha permesso di trovare il gol del 2-0, astinenza che in campionato durava dal 23 dicembre 2020. Si fa trovare al posto giusto al momento giusto e sigla il suo quarto gol in Serie A quest’anno; rivedere un super Theo per Pioli è un’ottima notizia in vista delle ultime gare. Intanto il treno è ripartito.

Hakan Calhanoglu. É il turco l’uomo della rinascita rossonera, infatti dai suoi piedi nascono le azioni più pericolose del Diavolo e si trova alla perfezione con i compagni. Sigla il gol del vantaggio finalizzando un’azione perfetta e dimostrando ancora una volta di essere fondamentale per questa squadra. La speranza è che la 10 possa essere ancora su quelle spalle anche il prossimo anno, magari con la speranza di lottare per qualcosa di ancora più importante. In una stagione fatta di tanti assist e 4 gol, manca solo la firma sul rinnovo.