Spadafora annuncia: “Niente ripresa il 3 maggio, bloccheremo allenamenti ad aprile”

Ripresa Serie A maggio – I prossimi giorni saranno molto importanti per il futuro della Serie A e del calcio europeo. L’emergenza coronavirus rischia di mettere in ginocchio anche il sistema economico che regge il calcio. Continua a leggere clicca qui…

Ripresa Serie A maggio è saltata

Ripresa Serie A maggio è saltata


ACCADDE OGGI MILAN 29 MARZO: IL VIDEO


Nel frattempo la data del 3 maggio che era stata palesata da molti come la probabile per la ripresa del campionato è definitivamente accantonata. Il ministro dello sport lo aveva già fatto capire nei giorni scorsi, ma ora è praticamente ufficiale. Spadafora in un’intervista a La Repubblica ha chiarito come non si riprenderà il 3 maggio, anche perché firmerà un decreto per annullare gli allenamenti per tutto il mese di aprile. La decisione arriva ad esso, in quanto è ufficiale il rinvio delle Olimpiadi di Tokyo2020.


CALCIOMERCATO MILAN: ECCO IL NUOVO NOME


Riprendere le partite il 3 maggio è irrealistico. Pensavo ai nostri ragazzi abituati a stringersi, abbracciarsi, passarsi la bottiglietta: tutto questo mancherà per molto tempo. Proporrò di prorogare per tutto aprile il blocco delle competizioni sportive di ogni ordine e grado. Ed estenderò la misura anche agli allenamenti, sui quali non eravamo intervenuti perché c’era ancora la possibilità che si tenessero le Olimpiadi”.

Taglio stipendi calciatori Serie A: le parole di Tommasi e Gravina

“Lo sport non è solo il calcio e il calcio non è solo la Serie A. Destinerò un piano straordinario di 400 milioni di euro allo sport di base, alle associazioni dilettantistiche sui territori, a un tessuto che sono certo sarà uno dei motori della rinascita. Dal calcio di Serie A invece mi aspetto che le richieste siano accompagnate da una seria volontà di cambiamento: le grandi società vivono in una bolla, al di sopra delle loro possibilità, a partire dagli stipendi milionari dei calciatori: devono capire che niente dopo questa crisi potrà più essere come prima”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.