Rinnovo Donnarumma-Milan, ecco perché la trattativa è in salita

Rinnovo Donnarumma-Milan | Ad un anno e mezzo dalla scadenza del suo contratto, il Milan ha iniziato a pensare seriamente al rinnovo di Gianluigi Donnarumma. Un’esigenza che è diventata ancora più pressante dopo le parole pronunciate da Mino Raiola una settimana fa. Il nodo, però, resta come sempre l’ingaggio.

Rinnovo Donnarumma-Milan, ecco perché è complicato

Stando a La Gazzetta dello Sport, la sensazione è che l’idea del noto procuratore è quella di non andare oltre il 2021. Inoltre, alla luce dell’attuale contratto da 6 milioni di euro a stagione, appare molto complicato che il Diavolo possa assicurargli un adeguamento. Soprattutto con il Fair-Play Finanziario pronto a farsi nuovamente sotto. Il portiere, infatti, guadagna già quasi il doppio del tetto salariale stabilito dal club di via Aldo Rossi.


CLICCA QUI PER LE ULTIME SUL CALCIOMERCATO DEL MILAN


Vista la forza contrattuale limitata di Elliott, diversi club stanno già iniziato a valutare l’idea di strappare il classe ’99 ai rossoneri. Non è un mistero che su Gigio ci sia l’interesse della Juventus, così come quello del PSG. In questo momento, però, ci sarebbe il Real Madrid – deluso da Thibaut Courtois – in pole per il giovane estremo difensore.


Rinnovo Donnarumma: iniziano le voci di mercato, ma la società garantisce


La valutazione di Donnarumma

Con la prospettiva di una possibile asta internazionale in caso di mancato rinnovo con il Milan, già oggi è possibile stabilire il valore di mercato di Donnarumma. Grazie anche al suo ottimo rendimento stagionale, il costo del cartellino del portiere è di circa 50 milioni di euro. Una cifra che metterebbe tutti d’accordo e permetterebbe al Diavolo di fare un super plusvalenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.