Milan, il tuo uomo in più si chiama Ante Rebic

Rendimento Rebic 2020/21: il Corriere della Sera elogia ed analizza il duttile centravanti che sta coprendo le assenze dell’attacco rossonero alla perfezione.

Rendimento Rebic 2020/21: partenza perfetta del croato

2 reti segnate e 2 assist serviti in 5 presenze tra Serie A e Champions per Ante Rebic. Il numero 12 rossonero ha preso provvisoriamente il posto al centro dell’attacco del Milan a causa delle assenze di Ibrahimovic e Giroud e il ritardo di condizione di Pellegri. La risposta del classe ’93 è stata sorprendente e Pioli ha trovato un’altra freccia efficace nel suo arco.

LA SITUAZIONE INFORTUNI NEL MILAN IN VISTA DEL VENEZIA

Proprio l’allenatore rossonero ha avuto delle parole al miele per il suo attaccante dopo la partita con la Juventus (qui l’intervista integrale): “Ha grandissima intensità e qualità, gioca in tutti i ruoli, ci sta dando una mano con Olivier e Ibra fuori, ha giocate importanti che rompono le partite“.  Anche Pioli spera che rientrino presto i due centravanti, ma nel frattempo si coccola il suo bomber.

LE PAROLE DI ZACCARDO SUL MILAN

Oltre al momento di difficoltà rossonera, l’attaccante sembra aver trovato motivazioni extra dall’uscita del giro della Nazionale maggiore croata. Dopo il termine dell’Europeo, il nativo di Spoleto non aveva risparmiato delle critiche per il ct Dalic, che lo ha escluso dalle ultime convocazioni. Con i gol e le prestazioni con Juventus e Liverpool, il suo nome non si potrà escludere più a cuor leggero. Venezia, Spezia, Atletico Madrid e Atalanta sono le prossime avversarie e Rebic vuole aumentare il suo bottino.