Milan, ecco il rendimento a San Siro: Pioli peggio di Filippo Inzaghi

Rendimento casalingo Milan 2020/21: la squadra di Pioli ha commesso tanti passi falsi tra le mura amiche in questa stagione, eguagliando un record negativo.

Rendimento casalingo Milan 2020/21: ecco i numeri

La stagione dei rossoneri potrebbe essere compromessa dal pareggio interno contro il Cagliari; non è la prima volta in questa stagione che i meneghini a San Siro non riescono ad ottenere il bottino pieno deludendo le aspettative. Pioli, infatti, nelle partite casalinghe ha totalizzato appena 30 punti, facendo peggio anche del Milan allenato da Filippo Inzaghi nella stagione 2014/15 che concluse il campionato al decimo posto. La media punti interna di quest’anno è la peggiore nella storia del club di Via Aldo Rossi da quando il campionato è a 20 squadre.

IL MILAN PENSA AL SUPER COLPO IN ATTACCO PER LA PROSSIMA STAGIONE

Le colpe di questo rendimento molto altalenante sono ricadute su Stefano Pioli; infatti l’allenatore è il colpevole numero 1 per i tifosi che, nel caso in cui il Milan non dovesse arrivare quarto, vorrebbero le sue dimissioni. Tanta la delusione sui social dopo il pareggio contro i sardi che ha praticamente vanificato l’impresa di Torino contro la Juventus. “Se non dovessimo qualificarci sarà una delusione, ma non un fallimento”, queste sono state le parole del tecnico della selezione rossonera che hanno scatenato la rabbia dei supportes meneghini.

Rebic contro il Cagliari: bocciatura totale

Dopo Stefano Pioli è entrato nel vortice delle critiche anche Ante Rebic, il croato che in 3 giorni aveva messo a segno ben 4 gol contro le due torinesi. Nel momento del bisogno, però, il croato non è riuscito ad aiutare la propria squadra fornendo una prestazione alquanto deludente. Dunque anche il numero 12, nonostante l’ultima settimana da protagonista, è stato bocciato da tifosi e da tutti i quotidiani.