Milan, “congelato” l’arrivo di Rangnick: la Red Bull chiede un indennizzo

Da mesi ormai prosegue la trattativa per l’arrivo di Ralf Rangnick al Milan, ma si è bloccato il suo approdo per la buonuscita chiesta dalla Red Bull.

Rangnick buonuscita Red Bull milionaria

Questo, infatti, l’ultimo aggiornamento sul nuovo allenatore del Milan. Il tecnico tedesco ormai ad un passo dal suo approdo in rossonero, dovrà attendere a causa di un piccolo intoppo. Secondo quanto riportato da Sky Sport, infatti, la Red Bull chiederebbe un indennizzo da ben 7-8 milioni di euro per liberarlo.

Leggi anche >>> Milan-Bologna, le probabili formazioni

La multinazionale, infatti, non ha alcuna intenzione di liberare il tecnico con una separazione consensuale, uno scoglio economico imprevisto per il Milan.

Intanto, però, la trattativa sembra procedere e La Gazzetta dello Sport ha rivelato i dettagli del contratto. Si parla di un progetto triennale che prevede investimenti da almeno 75 milioni di euro nella prossima sessione di calciomercato. Una cifra che chiaramente tiene conto anche degli incassi che arriveranno dalle varie cessioni. Non sembra ci siano dubbi sull’approdo del “Professore” sulla panchina del Milan, ma attendiamo l’evolversi della questione buonuscita.