Raiola: ”Ibra? Può giocare fino a 50 anni. Con lui rapporto speciale”

Raiola su Ibrahimovic – Torna a parlare il famoso agente di Zlatan Ibrahimovic, provando a lanciare un indizio per il futuro. Ecco le sue parole.

Raiola su Ibrahimovic

Intervistato oggi da ”The Athletic”, Mino Raiola ha parlato anche del centravanti rossonero in scadenza di contratto a Giugno. Ecco le sue parole:

”Zlatan è da vent’anni con me, con lui ho un rapporto ancora più stretto che con gli altri miei assistiti. È più forte persino di quel che lui pensa. Futuro? Deve giocare ancora tre o quattro anni per sè stesso, poi almeno altri otto per pagare me (ridendo, ndr.). Vuol dire che giocherà almeno fino a 50 anni”.


Milan, ecco la situazione indisponibili: le ultime


Che sia un indizio quello dell’agente italiano? Fatto sta che non avrebbe tutti i torti sull’attaccante svedese. Nonostante i 39 anni sulle spalle, infatti, Zlatan è ormai leader, top player e ”padre” di questa famiglia rossonera. È bene averlo con sè fino a quando il suo fisico ne avrà.

Stipendio alto ma rendimento eccellente

Un titolo che riassume al meglio la situazione contrattuale del giocatore nato a Malmoe. Nonostante i suoi 7,5 milioni di euro netti circa siano uno stipendio quasi impensabile confrontato con la sua età, da un apporto in fase offensiva e caratteriale non da poco. Non corre più come una volta, è vero, ma è molto più esperto e supporta tutti in campo. Proprio per questo, la dirigenza sta preparando un altro rinnovo annuale. Sperando di poter trovare un accordo decisivo, sia per lui che per gli altri assistiti di Raiola.

Una punta da alternare ad Ibrahimovic: Belotti o Edouard?

Rimanendo in tema centravanti, sarà interessante vedere la scelta che compirà la dirigenza del Milan in Estate. Serve, infatti, una punta che sia più in forma di Mandzukic (possibile addio?) e più ”funzionale” di Leao. Si opterà per un attaccante giovane come Edouard, del Celtic, od uno più esperto come Belotti? Molto dipenderà anche dal budget a disposizione, in base al piazzamento in campionato. L’unica cosa sicura è che verrà fatto almeno un tentativo per dare a Pioli un’alternativa in più.