Milan, Pioli: “Ibra è fondamentale” – Ibra: “Mister l’età non conta sto bene”

Pioli su Cagliari - Milan

Pioli su Cagliari – Milan – L’arrivo di Zlatan Ibrahimovic aveva scosso tutto l’ambiente rossonero e già contro la Sampdoria si era vista la sua qualità e determinazione. Nella sfida di oggi è probabilmente nata la nuova era del Milan di Ibra con una vittoria pesantissima contro il Cagliari.

Ibra su Cagliari – Milan

Ibra ha dichiarato a Sky: “Per un attaccante è importante stare sempre davanti alla porta. L’importante è che mi sento bene, ho sbagliato qualcosa ma mi serve giocare per entrare in forma. Ogni gol che faccio celebro Dio così mi sento vivo. Mi sento bene ma il mister vuole stare attento perchè pensa alla mia età ma non serve”. 


CLICCA QUI PER IL GOL DI IBRAHIMOVIC


 

Lo svedese gioca bene e segna due gol, uno dei quali però annullati. Questa vittoria potrebbe segnare un nuovo corso per i rossoneri che ora potrebbero vedere la luce in fondo al tunnel. Stefano Pioli al termine della gara ha parlato ai microfoni di Sky Sport.


CLICCA QUI PER IL GOL DI LEAO

gol Leao Cagliari - Milan


Pioli su Cagliari – Milan

“Sicuramente oggi abbiamo messo una prestazione in campo diverso a prima. È chiaro che la presenza di Ibra ci da una presenza importante, ma ci vorrà ancora tempo per capire tante cose. Una vittoria importante su un campo difficile”.

“Io credo che bisogna sfruttare le caratteristiche dei calciatori, Zlatan ha bisogno di qualcuno vicino a lui. Leao e Castillejo hanno fatto bene accanto a lui. Siamo solo all’inizio ma si può migliorare tanto. Da queste basi possiamo fare molto perchè ci aspetta un girone di ritorno importante. Nel secondo tempo ho chiesto spesso ad Ibra come stava, ma si è posto con grande intelligenza e sta intervenendo nei modi giusti. Ha capito il momento. In campo è sicuramente un riferimento molto importante e non può che crescere. Io ero convinto che Zlatan è pronto sin dalla prima telefonata in cui mi ha detto non credere ai giornali sono pronto. È un campione e vuole dimostrare che è ancora ad alti livelli”.

“Ora bisognerà giocare un calcio anche più diretto. Ci è mancato sino ad oggi non il volume di gioco, ma la concretezza. Ora con una presenza diversa in attacco avremo molte più possibilità. Ibra e Leao hanno le caratteristiche per giocare insieme. Ibra e Piatek anche hanno caratteristiche per giocare insieme anche se Piatek è più prima punta, ma dipende dalle partite. Paquetà sta lavorando bene, ho fatto scelte per una squadra equilibrata. Le esclusioni di oggi non sono legate al mercato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.