Borini, stoccata dell’agente al Milan: “Al Verona gioca da attaccante”

Le parole dell’agente di Fabio Borini, rilasciate a pochi giorni dal trasferimento del suo assistito all’Hellas Verona, fanno luce sui motivi che hanno spinto l’ex Roma e Liverpool a lasciare il Milan. Di seguito, ecco riportate le parole rilasciate ai microfoni di Tuttomercatoweb.com.

Ecco le parole dell’agente di Borini

“Con Fabio avevamo deciso di ascoltare tutti i club interessati e poi prendere la decisione con calma, una volta metabolizzate tutte le informazioni. La scelta di Verona è nata perché il progetto tecnico di Juric era quello che cercava esattamente il calciatore”.

“Fabio voleva tornare alle sue origini, ossia giocare da attaccante. Per la decisione finale è stata fondamentale anche la serenità dell’ambiente intorno all’Hellas verona, meno stressante rispetto ad altre piazze”, ha dichiarato l’agente Roberto De Fanti.


Borini al Verona


Buona la prima per Borini al Verona

Non poteva iniziare meglio di così l’avventura di Borini tra gli scaligeri. L’ormai ex jolly rossonero ha timbrato subito il cartellino regalando il pareggio al Verona nell’ultimo match contro il Bologna. Per l’attaccante classe ’91, dunque, l’esperienza in gialloblù non potrà far altro che rivitalizzarlo dopo i soli 70′ accumulati fin qui in stagione tra le fila del Milan.


Calciomercato Milan, i rossoneri virano su Januzaj per sostituire Suso


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.