Milan, Paquetá vittima dell’ansia: il retroscena

Il Milan è alle prese con la grana Paquetá, soprattutto dopo l’attacco d’ansia che ha avuto il giocatore in seguito alla sesta panchina consecutiva in rossonero. Il brasiliano, infatti, soffrirebbe molto il fatto di veder giocare i propri compagni di squadra senza poter dare a loro una mano concreta.

Problemi d’ansia per Paquetá

Secondo quanto riportato da La Repubblica, il classe ’97 – subito dopo la vittoria contro l’Udinese – si è recato alla clinica la Madonnina per dei controlli in seguito a una leggera tachicardia. Gli esami del caso non hanno trovato nulla di rilevante: il numero 39 rossonero è ‘soltanto’ stressato da questa situazione precaria a livello sportivo, a cui si aggiunge il fatto che il ragazzo ha vita sociale perché non si è ambientato a Milano.


Milan rientro Paquetà


Caso Paquetá, le ultime

L’edizione odierna del Corriere della Sera ha riportato un altro retroscena. Stando a quanto filtra da Milanello, Paquetá è molto giù di morale da un po’ di tempo e ha paura di perdere il posto in Nazionale.


Il padre di un giocatore tuona: “Non vuole fare la riserva”


L’ultima presenza da titolare risale al 23 novembre e la scelta di auto-escludersi dalla gara di oggi contro il Brescia è arrivata proprio perché si sente poco lucido e sereno. Al momento, per lui si registrano zero offerte concrete e la cessione si allontana sempre più ogni giorno che passa.


I convocati di Brescia-Milan


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.