Milan, il club si unisce a Marega nella battaglia contro il razzismo

Milan Marega Porto – Sembra non finire mai la battaglia contro l’ignoranza. Purtroppo il calcio europeo deve registrare ancora un atto razzista nei confronti di un calciatore. È il caso di Marega, attaccante del Porto, che è stato insultato per tutta la partita dai tifosi avversari.

Milan Marega Porto, il caso

Il maliano, dopo il gol del 2-1 sul Vitoria Guimaraes, è stato riempito di insulti razzisti da parte dei tifosi di casa e ha perso la testa. Nell’esultare, il giocatore ha indicato il colore della sua pelle ai tifosi di casa. Poco dopo, il 28enne ha lasciato il campo da gioco in quanto la situazione stava diventando insostenibile.


RAZZISMO ANCHE A ROMA: CLICCA QUI


Marega Porto


Oltre al danno anche la beffa

In tutto ciò, l’attaccante si è visto sventolare in faccia un cartellino giallo da parte dell’arbitro Luis Miguel Branco Godinho per la marcata reazione. Alla luce di ciò, il giocatore del Porto ha abbandonato il campo manifestando tutto il suo disaccordo.

Cordoglio Milan

Non si è fatto attendere il cordoglio da parte di tutto il mondo del calcio e dello sport in generale. Anche il Milan, che porta avanti la battaglia contro il razzismo, si è schierato al fianco di Marega attraverso un tweet: “Non smetteremo mai di lottare contro il pregiudizio in tutte le sue forme e siamo fianco a fianco con Moussa Marega e l’FC Porto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.