Milan, Rangnick vuole Mitchell: è il suo braccio destro

Milan su Mitchell, con Rangnick che vuole portare in rossonero l’attuale capo dell’area tecnica del gruppo Red Bull.

Milan su Mitchell, lo scopritore di giovani talenti

milan su mitchell

A capitanare la rivoluzione del Milan, oltre a Ivan Gazidis dovrebbe esserci anche Ralf Rangnick. Nonostante le dure parole di Paolo Maldini, il tecnico tedesco sembra essere il prescelto per la guida dei rossoneri in vista della prossima stagione. Secondo quanto riportato da Tuttosport, con Maldini ora più lontano, il tedesco avrebbe chiesto al Milan di ingaggiare Paul Mitchell.


L’EX CAMPIONE DEL MONDO: “HO AVUTO IL CORONAVIRUS”


Ma chi è Paul Mitchell? Nei piani di Rangnick al Milan sarà il suo braccio destro. Ex centrocampista inglese nel corso degli anni è diventato un ottimo dirigente e visionario del mercato. Mitchell è specializzato nella scoperta di giovani talenti pronti ad accrescere il patrimonio della società. Lo conferma il suo passato. Attuale capo dell’area tecnica del gruppo Red Bull, Mitchell si è distinto in Inghilterra come capo degli osservatori.

Da Mané a Dele Alli: quanti talenti scoperti da Mitchell

Nella sua avventura al Southampton nel 2012, la squadra inglese riusci ad ottenere la promozione in Premier League. Insieme a Mauricio Pochettino – portato con sé al Tottenham –  nella sua parentesi con i The Saints ha acquistato giocatori come Shane Long, Toby Alderweireld, Dusan Tadic, Maya Yoshida, Paulo Gazzaniga ma soprattutto Sadio Mané. Il senegalese preso per 15 milioni è stato per 41 al Liverpool. Il passaggio al Tottneham ha visto Mitchell portare giocatori del calibro  Dele Alli e Kieran Trippier, ma i dissidi con Daniel Levy hanno portato Mitchell a separarsi dal Tottenham.


MALDINI CONTRO RANGNICK: SPUNTA UN RETROSCENA


Ottima notizia per Rangnick, che lo fa diventare nel 2018 il capo degli osservatori del Lipsia. A presentarlo in conferenza stampa è stato proprio il tedesco: “I risultati del suo lavoro al Southampton e al Tottenham sono stati impressionanti: non vedo l’ora di avere entusiasmanti discussioni con lui sui nuovi giocatori da prendere”. Il gruppo Red Bull non vuole perderlo, ma è evidente come l’ipotesi Milan affascini Mitchell: se Gazidis lo dovesse ingaggiare, il club formerebbe con Rangnick e Moncada un dream team dello scouting. Situazione che porta Maldini sempre più lontano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.