Milan, il rinnovo di Donnarumma non è più così scontato: il piano B

Milan addio Donnarumma – Il rinnovo di Gianluigi Donnarumma resta un rebus che non sembra vedere una luce. La volontà del calciatore è importante, ma la distanza sull’accordo economico sembra ancora troppo distante.

Milan addio Donnarumma non è più impossibile

Il Milan vuole blindare Donnarumma anche per non perderlo a zero, che significherebbe una beffa clamorosa per un calciatore dal valore inestimabile per età e qualità. Il club è pronto ad arrivare ad un’offerta da 6 milioni di euro netti a stagione, ma Mino Raiola è difficile da convincere. La trattativa al momento è ferma con l’agente che chiede una cifra più elevata del tetto massimo imposto dal club, ovvero circa 10 milioni di euro.

Per i rossoneri ogni giorno che passa però, è un giorno in più verso la possibile perdita del calciatore a parametro zero. Il suo contratto in scadenza a giugno fa gola a mezz’Europa con i top club pronti ad una vera e propria asta per l’ingaggio.

Il Milan proverà in tutti i modi a trattenerlo, ma Maldini deve avere pronta anche l’alternativa. per questo motivo in queste ore circolano i nomi di Juan Musso dell’Udinese, Cragno del Cagliari e Gollini dell’Atalanta. Oltre alle soluzione made in Serie A, è caldo anche il nome dalla Francia di Mike Maignan che sta facendo molto bene con il Lille.