Mercato cinese Milan: gli acquisti del 2017 dove sono oggi?

Durante il mercato cinese del Milan nel 2017 furono investiti 195 milioni di euro. Nonostante i 14 acquisti portati a Milanello da Fassone e Mirabelli, i rossoneri arrivarono sesti. Come riporta milanlive.it, vediamo oggi dove sono i giocatori di quella sessione di mercato.

Mercato cinese del Milan: i nomi

Leonardo Bonucci: l’acquisto più costoso, pagato 42 milioni. Disputò 51 partite, segnando anche 2 gol, divenne capitano tra le polemiche dei tifosi. A fine stagione ritornò alla Juventus affermando: “Al Milan ho capito che il mio posto era alla Juve” , alimentando ulteriormente la rabbia dei tifosi. Attualmente il difensore della nazionale italiana è ancora alla Juve.

Andrè Silva: investimento da 34 milioni+4 di bonus. I tifosi si aspettavano tanto dal portoghese, ma la punta deluse le aspettative. In campionato fece 24 presenze segnando soltanto 2 gol. Il talento dell’attaccante si vide molto a sprazzi, soltanto dei match di Europa League. Nella competizione europea collezionò 14 partite e ben 8 gol. Successivamente andò in prestito al Siviglia. Poi venne acquistato dall’Eintracht Francoforte, squadra in cui milita ancora oggi.

Andrea Conti: acquistato dall’Atalanta per 24 milioni. Nel campionato precedente mise in mostra le sue grandi qualità di terzino, ma nella stagione 2017/18 totalizzò soltanto 5 presenze causa infortunio. Al Milan non è mai esploso del tutto, infatti oggi è la terza scelta per Pioli a destra. Nel prossimo mercato potrebbe partire.

Hakan Calhanoglu: il turco arrivò a Milanello per 23 milioni. Da lui i tifosi si sono sempre aspettati di più, anche se non ha mai giocato nel suo ruolo preferito. Nel 2017 registrò 45 presenze totali con 8 gol, pochi per entrare nelle grazie dei supporters. Con Pioli è cambiato tutto, gioca nella sua zona del campo, sforna assist e segna anche. Oggi al Milan è imprescindibile e a breve dovrebbe arrivare il suo rinnovo.

CLICCA QUI PER LE NOTIZIE SUI RINNOVI IN CASA MILAN

Lucas Biglia: arrivato per prendere le chiavi del centrocampo. I cinesi sborsarono 19 milioni nelle casse della Lazio. Non ha mai reso come nella capitale e dopo la prima stagione da titolarissimo, con 28 presenze in campionato, ha avuto un rendimento calante. Nel mercato estivo di quest’anno è andato in Turchia.

Mateo Musacchio: tanto atteso e pagato quasi 19 milioni non hai mai giocato ai suoi livelli. Troppi infortuni e il rendimento altalenante fanno si che oggi al Milan rappresenti una riserva. Il prossimo mercato potrebbe portare anche lui a cambiare aria.

Ricardo Rodriguez: terzino che arrivava dal Wolfsburg, pagato 15 milioni. Non ha deluso, ma non ha nemmeno entusiasmato. Theo, infatti, in poco tempo, gli ha rubato il posto da titolare. Da riserva passa in prestito al PSV e al suo ritorno viene ceduto definitivamente al Torino.

Franck Kessie: l’ivoriano ha dato sempre dimostrazione delle sue grandi qualità. Già nella prima stagione in maglia rossonera collezionò 54 presenze totali. Anche lui, però, con Pioli ha dimostrato di essere un top nel suo reparto. Oggi è anche rigorista dei rossoneri in assenza di Ibra.

Gli acquisti meno costosi

Nikola Kalinic: arriva dalla Fiorentina e non convince. Gioca tanto e segna poco, per questo con solo 6 gol in 41 partite stagionali, nel mercato successivo viene ceduto all’Atletico Madrid. Dopo essere passato per la Roma, oggi è di proprietà del Verona dove vede molto poco il campo.

Antonio Donnarumma: arrivò dall’Asteras Tripoli per poco meno di un milione. Ha sempre ricoperto il ruolo di terzo portiere dal suo arrivo a Milanello. Oggi nelle gerarchie è dietro il fratello minore e Tatarusanu.

Fabio Borini: arriva dal Sunderland, ma non riesce a mettersi in mostra. Non trova una posizione e non rende. Viene ceduto al Verona dopo 2 anni, ma a fine contratto non rinnova. Oggi è in Turchia insieme a Biglia.

I parametri zero di Fassone e Mirabelli

Pepe Reina: arriva dal Napoli a parametro zero. Poteva diventare il primo portiere, ma la non partenza di Gigio lo costringe ad essere il secondo. Oggi è il primo portiere della Lazio.

Ivan Strinic: appena arrivato a Milanello, durante la preparazione si ferma per problemi cardiaci. Al suo ritorno non trova comunque spazio e a fine stagione decide di rescindere il contratto. Oggi è senza squadra.

Alen Halilovic: arriva anche lui a 0, ma solo i tifosi più attenti si ricordano di lui. Totalizza soltanto 3 presenze in Europa League, poi viene mandato in prestito. Oggi è di proprietà del Birmingham City, squadra di seconda divisione del campionato inglese.