Juventus-Milan, faccia a faccia per evitare l’Europa League

Introiti Europa League inferiori alla Champions League, ecco il motivo principale per cui Milan e Juventus puntano alla massima competizione europea e vogliono evitare la vecchia Coppa UEFA.

Introiti Europa League, ecco i numeri

Le due società vorrebbero evitare la seconda competizione europea per club, come riporta la Gazzetta dello Sport, per un discorso soprattutto economico. È noto che l’Europa League non garantisce le stesse entrate della Champions League: basti pensare che il montepremi totale per la coppa dalle grandi orecchie è di 1.95 miliardi divisi per 32 squadre. Per la vecchia Coppa Uefa, invece, ci sono in ballo 560 milioni, da dividere per 48 squadre. Per fare un esempio specifico, il Milan, arrivato fino agli ottavi di finale, ha guadagnato 11 milioni mentre l’Inter, eliminata ai gironi di Champions, ne ha guadagnati ben 37.

POLEMICA PER L’ARBITRO DI JUVENTUS-MILAN

La seconda competizione ha sicuramente il suo fascino, ma è molto stressante per i giocatori. Basti pensare che negli ultimi anni, le squadre di Serie A che ci hanno giocato hanno chiuso il campionato in media tra il 5° e il 6° posto. Se si allarga il campione agli altri campionati, si scende anche fino all’ posto. Inoltre ben 5 club sono retrocessi nell’anno in cui partecipavano all’Europa League. L’eccessiva vicinanza con gli impegni dei campionati nazionali influisce negativamente sul rendimento dei calciatori.

NUOVI INDIZI SUL FUTURO CENTRAVANTI ROSSONERO

Domenica sera quindi Juventus e Milan saranno di fronte all’Allianz Stadium per giocarsi una fetta del loro futuro. A pari punti e con 4 giornate da giocare, sarebbe difficile recuperare il terreno (soprattutto per i rossoneri, che devono anche ribaltare l’1-3 dell’andata) in caso di sconfitta.