Pirlo: “Maldini e Boban fanno quello che possono in un Milan senza grosse risorse”

Intervista Pirlo alla Gazzetta dello Sport, l’ex centrocampista rossonero ha parlato del Milan e del lavoro svolto da Paolo Maldini in vesti dirigenziali.

Intervista Pirlo alla Gazzetta dello Sport

“Ha un ruolo difficile in un Milan senza grosse disponibilità economiche. Un club diversissimo dal vecchio Milan. Lui e Boban fanno quello che possono, hanno preso i giocatori che potevano prendere: è questione di investire sui giovani e sperare che esca un campione. La difficoltà non è passare dal campo alla scrivania, ma dal Milan a cui erano abituati loro a quello di oggi.


Pirlo Hall of Fame



Hanno fatto bene in un momento delicato e penso siano le persone giuste per risalire piano piano: Paolo sente parlare di calcio da quando ha 3 anni, Zvone ha anche una preparazione “politica”. Vale lo stesso per Pioli: fa il possibile con quello che ha, è riuscito a dare un’impronta alla squadra. Mi è sempre piaciuto, anche come persona”.

Pirlo su Suso, Paquetà, Theo Hernandez e Rafael Leao

L’ex numero 21 ha speso anche delle parole per alcuni calciatori: “Suso? Se al primo fischio perdi forza, non puoi giocare al top. I campioni reagiscono all’opposto. Paquetà dal paragone con Kakà alla panchina? Evidentemente le prestazioni non sono state le stesse di Kakà… Theo è forte, più forte di quanto ci si aspettasse e può migliorare ancora. Leao? Bravo ma giovane. Ibra gli farà bene, gli toglierà quella ‘mollezza’ che ha ogni tanto in partita”.


LE PROBABILI FORMAZIONI DI INTER-MILAN


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.