Pioli dopo Milan-Spezia: “Colpe equamente divise tra noi e l’arbitro”

Intervista Pioli post Milan-Spezia: l’allenatore rossonero ha parlato al termine della sconfitta di San Siro, arrivata all’ultima azione, ai microfoni di Sky sottolineando l’errore arbitrale, ma anche le colpe dei suoi giocatori.

Intervista Pioli post Milan-Spezia: “Testa alle prossime partite”

Sulla partita: “Mi spiace dirlo, responsabilità nostra da dividere con l’arbitro che ci ha anche chiesto scusa. Tra l’altro non ha mai fischiato mezzi falli fino a lì. Ho provato a calmare i giocatori ma non sono riuscito. Sapevamo di aver subito un torto e abbiamo perso lucidità. Peccato. Non doveva finire 1-0 il primo tempo, troppe occasioni. Ora dobbiamo reagire“.

LE PAROLE DI GABBIA AL PORTALE POLACCO

Sul prosieguo del campionato: “Questa partita non deve condizionare le altre. È una battuta a vuoto, sapevamo di avere un’occasione. Il campionato è lungo, tutti possono avere una giornata storta. Noi l’abbiamo avuta stasera, adesso dobbiamo rialzarci. Deve esserci una reazione. Dopo partita cosi negativa nel risultato e cosi strana è un bene incontrare avversari che ci diano grande voglia. Sul primo gol subito dovevamo fare meglio. Partite si possono vincere 1-0, lì nostro errore. Ora ci dia carica per le prossime“.

L’ERRORE CON IL MILAN COSTA CARO A SERRA: LA DECISIONE DELL’AIA

Sull’accusa di poca fluidità della manovra rossonera: “Poca fluidità non credo. Abbiamo avuto 7-8 occasioni da gol, il loro portiere è stato incredibile. Magari sotto porta qualche errore l’abbiamo commesso per non vincerla, ma poi siamo riusciti anche a perderla. È pesante.”