Milan, Begovic: “Puntiamo a finire la stagione. Milano? Città orgogliosa”

Intervista Begovic ai microfoni del The Times, con il portiere bosniaco che ha parlato del suo momento al Milan e nella città meneghina, la più colpita da Coronavirus.

Intervista Begovic, il portiere sul Coronavirus e sulla quarantena

Intervista Begovic

Si parte dall’emergenza coronavirus: “Milano è una città orgogliosa. Dal giorno in cui sono arrivato, ho potuto vedere quanto è unita la comunità. Le persone vogliono tornare al lavoro ed essere orgogliose della loro comunità. Anche noi, come giocatori del Milan, ne facciamo parte. Si tratta di rimettere in piedi l’intero paese, passo dopo passo. Se possiamo giocare una parte in questo, ovviamente va benissimo, ma sappiamo che prima vengono la salute e la sicurezza”.

Come il resto della popolazione italiana anche lui si è attenuto ai regimi di quarantena: “Ci hanno detto di tornare qui il 20 aprile per fare i 14 giorni di quarantena. La città è morta, è tutto chiuso e tutto quello che puoi fare è andare al supermercato. Non ho avuto contatti con nessuno. Sono rimasto confinato nel mio appartamento negli ultimi 12 giorni. Ora alcune cose cambieranno, alcune regole di blocco sono state un po’ alleggerite”.

Begovic: “Proviamo a finire la stagione. Il più grande? Cristiano Ronaldo”

Sulla ripresa: “Ci fidiamo dei dirigenti del club e del governo. Faremo il nostro lavoro come e quando ci diranno. Ci piacerebbe provare a finire la stagione se è possibile farlo in un ambiente sano e sicuro. È solo un gioco d’attesa”. L’ultima partita è stata Milan-Genoa: “Per noi è stato uno svantaggio perché di solito abbiamo alle spalle 70000 persone. Noi beneficiamo molto dal supporto dei nostri tifosi”.

Ci eravamo allenati nello stadio senza tifosi giocando una partitella tra di noi, ma non è mai come una partita vera. Era complicato e ci sarebbe voluto un po’ di tempo per abituarsi”. Chiusura dedicata ai grandi avversari affrontati in carreira: “Ho avuto la possibilità di giocare contro i più grandi: Ronaldo, Messi, Aguero e Ibrahimovic. Il migliore? Dico Cristiano Ronaldo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.