ESCLUSIVA MN24 – Il DS Pensosi: “Ci saranno altri avvicendamenti societari”

Futuro Milan nuova società – Un piacere per la redazione di Milanews24.it intervistare il Direttore sportivo Ilario Pensosi. Il DS, nonchè docente ed opinionista sportivo, si è soffermato ai nostri microfoni sulla situazione del Milan, della Serie A ed anche sulle recenti vicende UEFA.

Futuro Milan nuova società


LEGGI ANCHE LISTA INFORTUNI IN CASA MILAN


Cosa pensi del Milan che sembra rinato in questa seconda parte di stagione?

“A mio parere, con l’acquisto di Ibrahimovic e un clima molto sereno, penso che il Milan possa concludere il campionato nel migliore dei modi. Credo, comunque che l’anno prossimo, ci saranno altri avvicendamenti societari“.

Ibrahimovic contro Ronaldo

In ottica Europa a chi deve guardare e da chi deve guardarsi?

“Deve guardare come obiettivo principale l’Atalanta per l’accesso in Champions League. Deve stare attento a Napoli, Roma, e qualche sorpresa di questa stagione tipo Cagliari o Parma”.


CLICCA QUI PER IL VIDEO DEL GOL DI REBIC


L’acquisto di Ibrahimovic ha diviso molti addetti ai lavori, come lo stesso ex Mirabelli, circa i dubbi legati alla sua età? Cosa ne pensi?

“Penso che sta apportando un contributo importante sia per lo spogliatoio che per il rendimento complessivo della squadra. Con lui i risultati sono migliorati, ma non si può aspettare da lui tutto, o che lui possa risolvere i tanti problemi di questa squadra”.

Quale credi debba essere il mercato del Milan in vista della prossima stagione? Fiducia a Pioli? Maldini e Boban stanno lavorando bene dopo anni travagliati anche in termini dirigenziali?

“Il mercato del Milan deve essere orientato ad acquisti di giocatori di esperienza internazionale per innalzare la rosa attuale e competere con altri club. La permanenza di Pioli dipende dall’accesso in Champions League. Maldini e Boban non possiedono formule magiche istantanee per risolvere gli inceppi di questo Milan. Lavorano al massimo delle loro possibilità, considerando pressioni, tempi di attesa minimi ed ambiente dissestante. Hanno bisogno di tempo e di programmazione, per reinquadrare tutto l’assesto Milan. Comunque l’anno prossimo sono convinto che il Milan subirà altri ribaltoni societari”. CONTINUA A LEGGERE….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.