Milan, se Ibrahimovic va via sarà il fallimento di Elliott e Gazidis

Futuro Ibrahimovic Milan

Il mercato ed il futuro del club sembrano sempre più ruotare attorno al futuro di Ibrahimovic al Milan. La situazione ora è più chiara con lo svedese che ha dato disponibilità alla permanenza, ora dipende solo da Gazidis ed Elliott.

In questa situazione la mancata riconferma di Zaltan Ibrahimovic ci appare come un vero e proprio suicidio. Il motivo è molto semplice e proveremo a spiegarvelo in poche righe ed in modo molto semplice e chiaro. Basta riavvolgere il nastro e tutto sarà più chiaro, non siamo pazzi.

Il futuro di Ibrahimovic dimostrerà chi è il Milan

Leggi anche >>> Milan, Ibrahimovic conferma la sua volontà per il futuro

Il Milan ha corteggiato per mesi lo svedese il cui possibile ritorno ha infiammato i tifosi e tutto l’ambiente rossonero, decisamente depresso. Alla fine il campione svedese ha deciso di seguire il cuore, rinunciando ad altre offerte economicamente più vantaggiose, ed ha scelto il suo Milan. Lungi da noi definire Ibra una bandiera rossonera, non lo è, ma ha sempre dimostrato amore ed attaccamento ai colori rossoneri. 

Il suo arrivo a dicembre non ha solo regalato gioia ad un popolo depresso da delusioni tra mercato e campo, ma anche linfa ad una squadra spenta. Una squadra che veniva dal disastro Marco Giampaolo e non certo un incoraggiante inizio sotto la guida Stefano Pioli. In poco tempo, dopo solo una partita, Ibra ha dimostrato al popolo rossonero e a tutto il mondo calcistico quanto ancora potesse dare sul campo. Tante le critiche anche dagli addetti ai lavori tra “minestre riscaldate” e “calciatore a fine carriera“.

Potrebbe interessarti anche >>> Fiorentina, Commisso parla di Paquetà

Roma Bologna Ibrahimovic

Perchè prende Ibra a dicembre?

Tanti ancora devono chiedere scusa per le sciocchezze dette, perchè Ibra ha ridato un’anima allo spogliatoio ed una pericolosità in attacco che mancava dalla sua prima esperienza in rossonero. La domanda che, quindi, sorge spontanea è: Che senso ha avuto prendere Ibra per questa società?“.

Si perchè Ibrahimovic in poche settimane ha assolto in pieno al ruolo per cui era stato preso, anzi forse anche di più. Ora nel momento in cui lo svedese ha espresso la volontà di restare che senso avrebbe non riconfermarlo? Sarebbe palesemente un suicidio in una squadra in cui l’unica certezza sembre essere lui, insieme a qualche piacevole sorpresa. Non confermarlo non sarebbe solo un fallimento “sentimentale” ma anche societario, perchè vorrebbe dire che questa società barcolla nel buio più totale.

Leggi anche >>> Allarme in Cina: nuova quarantena

Lo svedese ha ricompattato un ambiente ed una squadra, regalando anche gol e punti che sembravano insperati. Non confermarlo delegitimerebbe la stessa società e amministratore Gazidis. Perchè vorrebbe dire averlo preso a dicembre senza alcuna cognizione di causa o perderlo ora senza dare alcuna continuità ad un progetto. È il momento che Elliott dimostri realmente cosa vuole fare di questo Milan.