Milan, Di Stefano: “Ibrahimovic? Dovrà decidere lui se continuare o fermarsi”

Dichiarazioni di Di Stefano su Ibra – I tifosi rossoneri sperano di poter vedere ancora per un’altra stagione Zlatan Ibrahimovic con la maglia del Milan.

Dichiarazioni di Di Stefano su Ibra: lo svedese resta?

Ai microfoni di Sky Sport 24, il noto giornalista Giuseppe Di Stefano ha spiegato il futuro di Ibrahimovic: “Zlatan Ibrahimovic ha dato di nuovo orgoglio ai tifosi rossoneri, ma a fine stagione sarà un’altra volta enigma: insieme alla società decideranno il futuro, la società dovrà decidere se andare avanti con lui, lo stesso Zlatan dovrà decidere se continuare a giocare a calcio oppure fermarsi”. 

 


UNA BIG EUROPEA SU DONNARUMMA


“Quel che è certo è che fa la differenza e questo va visto da una doppia ottica: dall’ottica del presente con grande entusiasmo e dall’ottica del futuro con un minimo di perplessità, perché il Milan nella prossima estate dovrà trovare anche altri giocatori di carisma, perché sono loro che ti danno la possibilità di vincere e di andare avanti in classifica”, ha dichiarato Di Stefano.

I tifosi sono favorevoli alla permanenza di Ibra

I tifosi rossoneri vedono nell’attaccante svedese la figura giusta per ripartire l’ennessima volta. Nonostante l’età che avanza, la classe di Ibra resta e lo sta dimostrando. Potrebbe ancora essere decisivo per un’altra stagione. Non a caso, con l’avvento di Ibra, il Milan ha cambiato faccia nonostante un’umiliante sconfitta nel derby.


BAKAYOKO ASPETTA IL MILAN


 

Maldini-Boban favorevoli?

Dal punto di vista tattico, Ibra è indiscutibile. L’unico dubbio riguarderebbe l’età che sul campo non si sta notando. I due dirigenti vedono in Ibra quel top player che manca e che, con qualche innesto di maggiore esperienza, potrebbe rialzare il Milan. Unico scoglio, sembrerebbe Gazidis. Ormai la linea dell’ad è chiara, ma Maldini e Boban non si faranno affatto intimidire.


ECCO LE DICHIARAZIONI DI VIERI SU IBRA


 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.