UEFA, smentita la dead-line del 3 agosto. Nuovo piano per Champions ed Europa League

UEFA Ceferin contro Belgio

Data ultima giornata campionato, arriva un importante chiarimento direttamente da Aleksander Ceferin circa la dead-line della stagione 2019/20 fissata al 2 agosto. Attraverso una lettera del 14 maggio pubblicata da Le Parisien, il presidente dell’UEFA ha precisato che tale data si tratta semplicemente di una raccomandazione.

Data ultima giornata campionato, il chiarimento di Ceferin

“Per quanto se la UEFA abbia effettivamente indicato alle Federazioni una scadenza del 3 agosto per terminare i propri campionati, il seguente chiarimento dovrebbe rispondere alla vostra domanda.

“Le date del 20 luglio (per le associazioni nazionali classificate dal 16 al 55) e del 3 agosto (per quelle classificate dall’1 all’15, che comprende la Francia) sono state menzionate nelle presentazioni fatte nel corso degli incontri con i segretari ed i presidenti delle 55 Federazioni affiliate alla UEFA lo scorso 21 aprile e nel corso delle riunioni tra gruppi di lavoro Uefa, Eca ed European Leagues. Tuttavia, abbiamo sempre detto che tali date sono solo raccomandazioni, provvisorie e non ufficiali”.

“La volontà della UEFA era quindi chiaramente quella di incoraggiare Federazioni e Leghe nazionali a fare del loro meglio al fine di completare i campionati in corso, nel formato originale o in un formato adattato, se necessario. L’obiettivo era fare di tutto per proteggere l’integrità delle competizioni e garantire l’applicazione del principio del merito sportivo”.


Leggi anche >>> Le ultime sul futuro di Ibrahimovic


Quando finiscono la Champions ed Europa League?

Per portare invece a termine Champions League ed Europa League entro la fine di agosto, l’UEFA, l’ECA e varie leghe stano seriamente prendendo in considerazione una formula alternativa. Secondo quanto riportato da AS, l’idea è quella di far disputare gli ultimi ottavi di finale che mancano della massima competizione europea l’8 agosto. Per l’Europa League, invece, si pensa invece ad una ripresa fissata il 6 agosto.


Leggi anche >>> I dettagli del nuovo protocollo


I quarti di finale di entrambi i tornei, al contrario, si disputerebbero in gara unica, mentre semifinali e finale si giocherebbero ad Istanbul e Danzica. Una vera e propria Final Four da disputare nelle città già assegnate per ospitare l’atto finale delle due competizioni. In ogni caso, l’obiettivo comune resta quello di non andare stravolgere troppo quello che sarebbe il calendario della prossima stagione. Per l’approvazione si attende la riunione del Comitato Esecutivo che si terrà il prossimo 17 giugno.