Premier League, il calciatore meno pagato si decurta lo stipendio

Coronavirus calciatori Premier – In questo periodo di emergenza sanitaria si parla sempre più anche dell’emergenza economica. Il discorso socio-economico travolge ormai anche il mondo del calcio dalle massime serie fino a quelle inferiori. Una grande lezione in questo senso arriva direttamente dalla Premier League.

Coronavirus calciatori Premier

Coronavirus calciatori Premier: che esempio!


SCONTRO IN SERIE A: IL PRESIDENTE ATTACCA LA FIGC


Non dal calciatore più pagato o famoso, bensì dal giocatore meno pagato di tutta la Premier League. Stiamo parlando di Matthew Longstaff del Newcastle che ha deciso di decurtarsi lo stipendio in modo spontaneo. Non parliamo delle cifre astronomiche che conosciamo, ma di un calciatore che percepisce 850 sterline a settimana, circa 3900 euro al mese.

Il centrocampista ha deciso di decurtarsi lo stipendio del 30% e donare la cifra per l’emergenza coronavirus, all’iniziativa della Premier “Players Together“. La sua iniziativa è diventata virale sui social con grande apprezzamento di tutti i tifosi, soprattutto, dei Magpies dove è diventato un beniamino. Un grande esempio in un momento in cui ai vertici della Serie A si osservano solo scene di spaccature e tensioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.