Plusvalenze Juventus, Codacons durissimo: “Chiederemo retrocessione e revoca scudetti”

Codacons plusvalenze Juventus, questo è il terremoto che sta scuotendo il mondo del calcio italiano con particolare riferimento al club bianconero. L’inchiesta riguarda i bilanci delle ultime tre stagioni nelle quali la Juventus ha realizzato ben 282 milioni di euro di plusvalenze.

Codacons plusvalenze Juventus

La Procura di Torino indaga per dimostrare che esiste un comportamento fraudolento messo in piedi dalla Juventus e dai vertici dirigenziali. Il club bianconero si difenderà con ogni mezzo dalla pesantissime ipotesi di reato come falso in bilancio ed emissione di fatture per operazioni inesistenti legati alle plusvalenze ed ai compensi degli agenti. In quest’ottica Marco Donzelli, presidente del Codacons, ha preso posizione ufficialmente sulla vicenda che coinvolge la Juventus:

L’impianto accusatorio è molto grave e getta una luce sinistra sugli ultimi campionati di calcio. Se la Juventus dovesse essersi illegittimamente avvantaggiata sui club rivali con operazioni di questo tipo allora verrebbe meno la regolarità degli ultimi campionati di calcio. Come conseguenza, la Federazione e l’Authority per la concorrenza del mercato dovranno intervenire e sanzionare i responsabili. Aldilà delle responsabilità individuali, il club non potrà andare esente da punizione”.

Per questo e a tutela di migliaia di tifosi presenteremo un esposto all’Antitrust ed alla Procura Federale chiedendo la retrocessione del club bianconero in Serie B e la revoca degli ultimi scudetti vinti con l’ombra di queste operazioni potenzialmente illecite“.