Suso, lo spagnolo chiede la cessione ma per ora nessuna offerta

Finito ai margini del progetto tecnico di Stefano Pioli, Suso ha ufficialmente chiesto la cessione. Il numero 8 del Milan non ha digerito le tre panchine consecutive delle ultime partite e ciò l’ha spinto a presentarsi a Casa Milan per un confronto con i dirigenti. A riferirlo è Tuttosport, che sottolinea come nel corso del vertice sia stata espressa la ferma volontà del giocatore di lasciare il club.

Cessione Suso, è rottura con la dirigenza

Stando al Corriere della Sera, il faccia a faccia tenutosi due giorni fa nella sede di via Aldo Rossi è durato 45 minuti e non sono mancati attimi di tensione. Lo spagnolo ha manifestato tutto il suo malcontento, mentre Zvonimir Boban e Paolo Maldini hanno precisato che sono disposti a cedere l’ala, ma solo se arriveranno offerte importanti.


Obiettivo Dani Olmo: il Milan studia l’offerta per giugno


Dunque, il Milan è disposto a cedere Suso ma al momento non ci sono offerte concrete. L’obiettivo è di incassare almeno 25-30 milioni di euro, visto che è praticamente impossibile fare una plusvalenza piena vendendo il giocatore con la clausola rescissoria (40 milioni di euro, ndr).


Incontro Suso Milan


Roma, Siviglia e Valencia su Suso

Al momento, però, non sembrano esserci acquirenti pronti a trattare il trasferimento a titolo definitivo. La Roma è interessata, ma solo in prestito e senza l’inserimento di Cengiz Under. A meno che non venga offerto anche un ricco conguaglio ai giallorossi.


Milan, spunta il Manchester United su Piatek


Sullo sfondo restano il Siviglia di Monchi, da tempo interessato a Suso, e il Valencia. Tuttavia, al club di via Aldo Rossi non è arrivata nessuna offerta ufficiale da parte delle società iberiche. A riferirlo è l’edizione odierna di Tuttosport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.