Lazio, Inzaghi viola le regole Coronavirus: giocate delle partitelle

Allenamenti vietati della Lazio, con Simone Inzaghi che ha fatto disputare delle partitelle che non rispettano le attuali regole sul distanziamento.

Allenamenti vietati della Lazio, Inzaghi fa giocare delle partitelle 

Tra le varie squadre tornate ad allenarsi c’è anche la Lazio. A Formello, la squadra biancoceleste è tornata ad allenarsi, anche se agli occhi dei più attenti non è sfuggito un particolare. Secondo quanto riportato dal “Corriere della Sera” – Simone Inzaghi ha fatto svolgere due partitelle di tre contro tre, una al mattino e una al pomeriggio.


ACCADDE OGGI MILAN – L’ULTIMA RETE DI GATTUSO IN ROSSONERO


Si tratta quindi di un allenamento non consentito secondo le attuali disposizioni del Governo. Le regole dettate dal CTS impongono allenamenti individuali anche se svolti nei propri centri sportivi. Una rete verde avrebbe dovuto isolare i campi del centro sportivo ma le voci e gli occhi dei cronisti presenti a Formello hanno fatto saltare i piani.

Partitella vietata: la Lazio viola le regole contro il Coronavirus

La società biancoceleste – grande sostenitrice fin da subito della ripartenza del campionato – si è quindi “portata avanti” anticipando la riapertura dei lavoro in gruppi previsto per il 18 maggio. La partitella, che serve a Inzaghi per aumentare i ritmi del lavoro e seppur di brevissima durata e a intensità ridotta, non è al momento consentita.


GUAI IN SVEZIA PER IBRAHIMOVIC


Di certo la società biancoceleste si sente al sicuro dal punto di vista delle precauzioni a tutela dei calciatori, tanto che il responsabile sanitario del club, Ivo Pulcini, ha spiegato: “Il nostro centro sportivo è sanificato, ai calciatori vengono rilevati tutti i dati: temperatura, frequenza cardiaca, ossimetria. Se superano il cancello non significa che sono sani, ma che sono perfetti. Teoricamente potrebbero anche allenarsi in maniera collettiva”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.